giovedì 20 luglio 2017

Liebster Award 2017


Cosa c'è di meglio, al rientro da una bella vacanza romana, di ritrovarsi non con una, ma con ben due nomination per il Liebster Award 2017? Ho ricevuto questo premio anche lo scorso anno con il blog Biblioteca al femminile e poterlo ricevere anche per questo nuovo progetto mi riempie di orgoglio e buoni propositi per il futuro. Spero che questo permetterà al mio blogghino, ancora in fasce, di farsi conoscere e apprezzare un po' di più tra i colleghi blogger e di scoprire, grazie alle altre nomination delle mie benefattrici, tanti nuovi blog interessanti. E con questo, passiamo al sodo.

Queste sono le regole:

1. Ringraziare chi ti ha premiato e rispondere alle undici domande che ti sono state poste.
2. Premiare altri undici blogger che abbiano meno di 200 followers e che ritenete meritevoli.
3. Comunicare la premiazione nelle bacheche dei "vincitori".
4. Proporre a vostra volta undici domande.



1) Ringraziare chi ti ha premiato e rispondere alle undici domande che ti sono state poste.
Ringrazio di cuore Silvia e Luz, due blogger davvero brave che seguo sempre con enorme interesse. Io, la letteratura e Chaplin di Luz è un bellissimo blog sulla letteratura e il teatro e ricco di considerazioni interessanti, senza dubbio uno di quelli che seguo con maggiore interesse e ammirazione per la sua autrice; mentre La nostra passione non muore ma cambia colore di Silvia non è solo un blog di recensioni, ma uno spazio ricco di consigli – letterari e non – curiosità e rubriche interessanti. Entrambi sono blog che mi sento sinceramente di consigliare per la varietà degli argomenti trattati e la passione che le due blogger mettono in ogni singolo post, motivo per cui mi sento particolarmente onorata di essere stata nominata da loro. Ancora un grazie di cuore.

E ora passiamo alle domande! Inizierò da quelle di Luz, semplicemente perché è stata la prima a nominarmi.

1. Il primissimo libro che hai ricevuto in dono.
Il primo di cui ho ricordo è un libro di Peter Pan con la copertina rigida azzurra, in realtà era stato un vecchio libro di mia mamma e già al tempo stava insieme grazie a numerosi strati di nastro adesivo. Ricordo però di aver adorato quel libro fin dalla prima volta che lo presi tra le mani, a maggior ragione perché sapeva così tanto di vissuto da alimentare ancora di più i miei sogni a occhi aperti.

2. Come ti immagini da vecchio/a? (descrivi una tua ipotetica foto)
Domanda interessante! Mi vedo seduta davanti a una finestra da cui penetra la dolce luce del sole, un libro tra le mani e una gattina addormentata sulle ginocchia. I miei capelli sono ribelli come quelli di oggi, solo un tantino "innevati" (perché penso che i capelli bianchi siano bellissimi!), indosso un abito blu con le mezze maniche e qualche volant qua e là (il mio amore per i vestitini al ginocchio non mi abbandonerà mai!) e, beh sono dentro casa, quindi delle belle ciabattine rosa giusto un po' pacchiane (perché certe passioni non muoiono mai). Mi vedo assorta nel mio mondo e, spero, sinceramente felice.

3. C'è un viaggio in luoghi remoti che vorresti fare prima o poi?
Vorrei girare il mondo e visitare ogni singolo angolo del pianeta ma, nella probabile impossibilità di riuscirci, un posto in cui vorrei tantissimo andare è il villaggio di Shirakawago in Giappone, non proprio remotissimo ma comunque parecchio difficile da raggiungere (e, ahimè, sommerso dalla neve durante tutto l'inverno).

4. Hai mai scritto un libro?
Da piccola sognavo di fare la scrittrice e ho iniziato a scrivere diverse storie che poi non hanno mai visto fine. Ora ho qualche idea che mi svolazza per la testa ma devo ancora decidermi a darle forma.

5. Hai mai scritto una poesia?
Da bambina, sempre, mi ci cimentavo quasi ogni giorno. Ora non mi succede mai di mettermi di proposito a scrivere poesie, ma sono una grafomane e capita che, quando sono giù di morale, mi ritrovi a scrivere cose vagamente rassomiglianti a una poesia, anche se nutro dei dubbi sulla sua buona riuscita. Ma rimangono scritti privati che forse nemmeno io leggerò mai, per cui vanno bene così.

6. Tre aggettivi che riguardano i tuoi pregi. 
Sono curiosa, a volte perfino troppo, ma credo sia una buona cosa perché mi spinge a cercare di conoscere sempre in modo più approfondito ogni nuova cosa in cui mi imbatto. Credo di potermi definire sincera, perché senza dubbio non so mentire e odio farlo. Ricordo quando ai tempi delle superiori ogni tanto decidevo di marinare la scuola con le mie amiche e allora la mattina mi alzavo, andavo da mia mamma e le dicevo: "Guarda che stamattina non vado a scuola, ma vado a farmi un giro a xx con xyz". Sono... colorata, posso dirlo? Odio il grigiume e il total black, mi piacciono i colori e le cose allegre e cerco sempre se non di indossare, almeno di avere con me cose colorate (soprattutto rosa, eh eh) e carine.

7. Tre aggettivi che riguardano i tuoi difetti.
Chissà perché con i difetti mi viene sempre più facile... Dunque, senza dubbio sono sbadata. È terribile, davvero. Qualunque cosa faccia finisco sempre con lo sporcarmi – voglio dire, un giorno, neanche troppo lontano, per pranzare mia madre mi ha costretto a togliermi i vestiti e a mangiare letteralmente nuda con addosso solo un grembiule da cuoco! – e sono appena tornata da una vacanza a Roma durante la quale sono capitombolata come un pero in mezzo alla strada. Tendo poi a essere molto critica con me stessa, a volte anche un po' troppo, lo confesso, il che mi ha causato non pochi problemi nella mia vita spingendomi a volte a precludermi da sola alcune opportunità. Per ultimo, direi che sono indecisa, forse è una conseguenza dell'essere critica verso me stessa, ma prendere una decisione a volte può letteralmente mandarmi in crisi (al contrario, però, se mi impunto su una cosa non mi smuove più nessuno XD).

8. In quale epoca storica del passato ti vedresti assai bene?
Sogno sempre il Giappone di epoca Heian (tra la fine del 700 e la fine del 1100), la più culturalmente ricca della storia del paese, abitata da un popolo che aveva fatto dell'arte e della bellezza un vero e proprio stile di vita, proprio come racconto qui.

9. Pianifichi tutto prima di un viaggio o inventi là per là?
Diciamo che generalmente tendo a pianificare le cose che voglio vedere, magari facendo anche un generico programma giorno per giorno ma poi, quando sono sul posto, mi piace anche improvvisare!

10. Se tu fossi un personaggio della letteratura, saresti...
In realtà il mio alter ego sarebbe Usagi Tsukino, la Bunny di Sailor Moon, e mi sono sempre sentita anche un po' Belle de La bella e la bestia. Della letteratura... vorrei tanto essere come la mia adorata Jo March di Piccole donne, ma penso di assomigliare un po' di più a una Aoi no ue del Genji monogatari.

11. Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo post? :-)
Fino a qui circa un'ora e mezza, forse due, continuavo a distrarmi guardando la tv.


E ora le domande di Silvia.

1. Che cosa rappresenta per te il tuo blog?
Questo blog è una creazione che fa seguito a un altro progetto, Biblioteca al femminile, in cui avevo molto creduto – e in cui credo tutt'ora – ma verso il quale sento di aver cambiato approccio. Ho creato Mami tra i libri con l'intenzione di avere un posto tutto per me, in cui parlare delle cose che amo e, indirettamente, anche un po' di me stessa. Questo è per me il MIO blog, un modo per riscoprire ed essere me stessa chiacchierando con altri appassionati del mio amore per i libri.

2. Da quanto tempo hai aperto il tuo spazio personale?
Mami tra i libri è online da solo un mese e mezzo, ma ho iniziato la mia attività nella blogosfera circa un anno fa con, per l'appunto, Biblioteca al femminile.

3. Ami l’arte? C’è un artista che ti piace particolarmente?
Mi piace guardare l'arte e penso sempre che se fossi un'artista (nel senso lato del termine) vorrei essere una pittrice ed emozionare le persone con i miei dipinti. Purtroppo però confesso di non capirla molto e che molte volte la mia ammirazione si limiti a un "è bello/brutto" senza riuscire ad andare oltre. Dovendo scegliere adoro la delicatezza di Klimt e le bellissime opere di Mucha. Ultimamente ho anche scoperto di apprezzare molto il Tiziano :)

4. Scegli una canzone che ti commuoverà sempre un po’.
Argh... argomento difficile. Sono sempre stata fan della musica più per le parole che per la musica in sé, quando ascoltavo le canzoni ho sempre individuato le mie preferite per il loro testo, mai per la melodia; questo mi ha portata a non conoscere mai molto di musica, ma a immedesimarmi ed emozionarmi profondamente con le poche cose che ascoltavo. A istinto ero pronta a scegliere una canzone di Tiziano Ferro o Ayumi Hamasaki – che posso reputare i miei cantanti preferiti – ma poi mi sono ricordata di una canzone che fin da bambina mi ha sempre irrimediabilmente commossa fino alle lacrime: la bellissima "Margherita" di Riccardo Cocciante.

5. Qual è il personaggio letterario o narrativo in cui ti identifichi di più?
Il personaggio che più mi rispecchia, come scrivevo anche prima, è Usagi (Bunny in Italia) di Sailor Moon. Non credo di aver mai trovato un personaggio letterario che mi assomigliasse, anche se nei miei momenti peggiori, lo confesso, mi è capitato di sentirmi un po' come Emma di Madame Bovary. Diciamo che mi piace di più pensarmi un po' come una Luna Lovegood di Harry Potter, ma forse è puntare troppo in alto ;)

6. Qual era il romanzo che adoravi da bambino/a?
Assolutamente Piccole donne! Quanto ho sognato di essere Jo March...

7. Qual è il film più bello che hai visto nel 2017?
Mmh... a ben pensarci non ho visto molti film quest'anno, forse solo La bella e la bestia

8. Consiglia una lettura ideale per questo periodo estivo/di vacanza.
La cosa sconcertante è che più mi sforzo di pensare a qualcosa di rilassante per l'estate e più mi vengono in mente mattoni e storie deprimenti. E vabbè, è ben lontano dall'allegria ma, personalmente, ora mi rileggerei proprio La casa delle bambole di Mishima, un sottile libro di racconti di un dei miei autori preferiti edito da SE.

9. Hai mai incontrato degli scrittori? Se sì, chi?
Purtroppo no, e ancora devo riprendermi dal non essere riuscita a incontrare Alberto Angela!

10. Qual è, secondo te, il luogo ideale per leggere?
Il divano, assolutamente il divano! Se è una stagione qualsiasi dall'autunno alla primavera, anche con una bella tazza di tè caldo a portata di mano :)

11. C’è un classico che ami rileggere? Se sì, quale?
Confesso di amare molto le riletture, se una storia mi piace potrei rileggerla anche ogni anno. Probabilmente i libri che rileggerei di più sono quelli di Jane Austen e delle sorelle Bronte, credo non riuscirei mai a stancarmene.


2) Premiare altri undici blogger che abbiano meno di 200 followers e che ritenete meritevoli.

Dunque, non è stato facile trovare undici blogger tra quelle che seguo che non solo avessero meno di 200 follower ma che non avessero nemmeno ancora ricevuto il premio (motivo in più per lanciarsi alla scoperta di nuovi blog!). In effetti, ammetto di avere un po' barato e mi scuso in anticipo con chi ha già ricevuto più di un premio e si troverà a dover rispondere anche alle mie domande. In tutto questo, menzione d'onore a Virginia di Virginia e il labirinto, uno dei primi blog che ho conosciuto e che seguo sempre con entusiasmo, cui avrei tanto voluto conferire il premio ma che ho preferito risparmiare visto che ne aveva già ricevuti altri due (considerati moralmente premiata!).

Di seguito i blog e le blogger che premio:

Angiemela di Libri nella brughiera
MariaT di Capitolo Zero
PattyOnTheRollercoaster di Changes Chances
Babalatalpa di Libri in valigia
Viola di Quasi adatta
Michela di Appuntario
Letizia di Mete d'inchiostro


3) Comunicare la premiazione nelle bacheche dei "vincitori".
Appena il post sarà online, passerò subito alle comunicazioni ;)



4) Proporre a vostra volta undici domande.


Ed ecco le mie domande completamente random:

1. In quale città nel mondo ti piacerebbe vivere e perché?
2. C'è una storia che ti piacerebbe leggere ma non è ancora stata scritta?
3. Il tuo classico preferito?
4. Una canzone che sembra essere stata scritta apposta per te?
5. Leggi solo in italiano o anche in lingua straniera? Quale?
6. Qual è il tuo dolce preferito?
7. Ti piace la poesia? Se sì, chi è il tuo poeta preferito?
8. Se dovessi svegliarti e trovarti a essere per un giorno nei panni di un qualsiasi autore a tua scelta, chi saresti e perché?
9. Un colore che ami e un colore che odi.
10. Cosa sognavi di diventare da bambina?
11. Qual è un film che ti ricorda la tua infanzia?


E con questo ho finito, buon lavoro alle nominate ;)

22 commenti:

  1. Grazie mille per avermi nominata in questo premio! E' davvero molto carino, soprattutto perché ci permette di conoscerci un po' meglio.
    Bene, giuro che appena riesco mi metto all'opera :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io amo questo premio proprio perché permette di conoscere nuovi blog meno famosi ma comunque interessanti, oltre a conoscerci meglio tra di noi grazie alle risposte alle varie domande. Spero di leggere presto le tue :)

      Elimina
  2. Ciao! Grazie per aver risposto così prontamente alla mia nomina! Sono stata felice di conoscerti meglio. Non ti preoccupare, un giorno conosceremo entrambe Alberto Angela :-)
    Scherzi a parte, grazie anche per la pubblicità che hai fatto al mio blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo blog è davvero bellissimo e avrei voluto parlarne di più ma non sono mai toppo brava con queste cose... Incrociamo le dita per Alberto Angela :)

      Elimina
  3. Ciao carissima, automaticamente ero passata dal tuo blog Biblioteca al femminile quando ho scoperto la nomination e ho letto il post di commiato! Sono contenta che tu non l'abbia totalmente chiuso, perché i contenuti erano davvero eccezionali, ma capisco la sensazione di sentirsi strette entro il proprio stesso spazio. Anche io ho cambiato e ricambiato più e più volte le linee guida che avevo imposto al mio spazio, finché non ho deciso di non averne praticamente più ;) Ora scrivo di tutto quello che mi va: libri, film, serie tv, riflessioni personali ecc ecc. Perciò, ti capisco bene!
    Andando al sodo, grazie mille per la nomination! Come dicevo a Julia, non è il primo anno che vengo coinvolta nel giochetto e spero vivamente di riuscire a rispondere anche io quest'anno. Mi piace l'idea di conoscerci meglio attraverso domande più personali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avrei mai potuto chiudere Biblioteca al femminile perché ci sono molto affezionata e perché sono ancora decisa a portare avanti alcune delle tematiche portanti del blog :)
      Anch'io apprezzo molto la possibilità di conoscerci meglio attraverso questa iniziativa, come mi piace il proposito di far conoscere blog magari meno famosi ma sempre interessanti.

      Elimina
  4. Ciao Mami, grazie per la nomina! Anch'io non amo il look total black e ogni tanto sono un po' sbadata ;-) Non ho visto il film della Bella e la Bestia, ma conto di farlo, perchè pure a me piace questa storia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di non essere l'unica, sia per il nero che per la sbadataggine :) La bella e la bestia a me è piaciuto molto, anche se ovviamente la versione animata rimane di gran lunga la mia preferita! Fammi sapere il tuo parere se lo guarderai.

      Elimina
  5. Ti ringrazio, sei stata gentilissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati, mi piace moltissimo il tuo blog :)

      Elimina
  6. Che bello leggere questo post, quante cose che si scoprono! Tra Jo March ed i classici inglesi direi che ne abbiamo di cose in comune ;) inoltre, Usagi è stata l'idolo incontrastato della mia primissima infanzia: ci sono filmati molto imbarazzanti che mi ritraggono, in tenerissima età, a cantare a squarciagola la sigla di Sailor Moon saltando sui divani. Tu hai mai letto il manga? Io no purtroppo, ma ho saputo che in autunno verrà ripubblicato qui in Italia e ci sto facendo un pensierino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre bello leggere le risposte a questo tipo di questionari e conoscerci un po' meglio :)
      Oddio che carina! Anch'io vorrei dei filmati dove giocavo a Sailor Moon, e invece ho solo quelli in cui cantavo (malissimo!) le canzoni degli 883...
      Il manga di Sailor Moon ce l'ho in versione originale. Personalmente penso che come sviluppo della storia sia forse meglio la serie tv, visto che il manga tende a essere un po' frettoloso. D'altra parte, quest'ultimo è privo di tutti gli episodi riempitivi dell'anime e i personaggi attraversano una maggiore evoluzione rispetto all'anime, dove rimangono più infantile. A me piacciono entrambi per ragioni diverse, se ti piace l'anime magari prova a dare una chance anche al manga ;)

      Elimina
  7. Esageratamente buona!!! Grazie di cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati, è troppo bello il tuo blog!

      Elimina
  8. Piacere di conoscerti!👋 Anche io mi identifico con Belle de "La Bella e la Bestia"!😍 E anche Jo March di "Piccole donne"!😊 Abbiamo tante cose in comune, anch'io adoro leggere e amo il Giappone. Mi iscrivo come tua lettrice fissa su blogger!😊 A presto!👋
    http://gattaracinefila.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, piacere mio! Vedo che anche tu usi Belle come icona, è sempre stata uno dei miei idoli fin da piccola. Grazie per avere iniziato a seguirmi, passo subito da tuo blog!

      Elimina
  9. Ciao Martina! Grazie ancora per la nomina... ho risposto alle tue domande, le trovi qui se vuoi:
    http://evapalumbo.blogspot.it/2017/07/liebster-award-2017.html
    Un abbraccio da Eva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie a te per aver risposto! Vado subito a vedere :)

      Elimina
  10. Ciao Mami, questo è il link con le risposte alle tue domande: http://langolodiariel.blogspot.it/2017/07/liebster-award-ii-e-iii-nomina.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per aver risposto! Vado subito a vedere :)

      Elimina
  11. Ciao! Grazie per avermi nominata, risponderò alle tue domande al più presto ^_^
    Io ho "incontrato" Alberto Angela l'anno scorso ad una presentazione del suo ultimo libro, ma avevo un impegno poco dopo e quindi non ho avuto modo di avvicinarmi, fargli firmare il libro, fare una foto perché sono andata via subito. E ancora rimpiango di non essere invece rimasta!! :(

    RispondiElimina
  12. Ciao!! Mi scuso tanto per cominciare per il ritardo, ma il tempo da dedicare al blog è sempre meno, soprattutto in estate quando la scuola è chiusa e per contro al lavoro siamo più cariche.. :-( ... Finalmente oggi, con un po' di calma, sono riuscita a rispondere... anche se la formattazione ha deciso di non collaborare, ahimè...
    grazie per avermi menzionata, il mio blog è sempre apertissimo ai nuovi visitatori ^_^ ed approfitterò a mia volta di questo Leibster Award per conoscere nuovi blog in cui curiosare!!

    RispondiElimina